Bill Fontana, Acoustical Visions. Conferenza

Bill Fontana, Acoustical Visions, Accademia di architettura
Bill Fontana, Acoustical Visions, Accademia di architettura

Academy of Architecture

Date: 12 May 2022 / 19:30 - 22:00

Conferenze pubbliche 2021/22

Spazi di dialogo
Tra architettura e arti
 

Bill Fontana
Acoustical Visions

Introduzione di Roberto Favaro

 

Giovedì 12 maggio 2022 ore 19:30
Teatro dell'architettura Mendrisio
 

Entrata libera fino ad esaurimento dei posti
La conferenza viene trasmessa anche in diretta streaming su www.arc.usi.ch 

 

Con ormai una carriera di 50 anni alle spalle, Bill Fontana (1947, USA) è conosciuto a livello internazionale per i suoi esperimenti pionieristici nel campo del suono. Ha sempre utilizzato il suono come mezzo espressivo ‘scultoreo’ per interagire e trasformare la percezione degli spazi visivi e architettonici. Grazie alle sue conoscenze in termini di composizione, Bill Fontana ricava i suoi motivi sonori dal mondo naturale e da quello creato dall'uomo per creare progetti sonori che hanno il potenziale di evocare scenari visivi nella mente dell'ascoltatore.
Molte di questi lavori generano reti di ascolto dal vivo che raccolgono informazioni da fonti diverse come ad esempio dal Large Hadron Collider al CERN, sul Millennium Bridge di Londra, nelle spiagge della Normandia, i suoni emessi dai corni da nebbia nella baia di San Francisco, da antiche foreste, dalle turbine idroelettriche e dagli ambienti urbani.
Dalla fine degli anni Novanta ad oggi i progetti di Fontana hanno esplorato tecnologie di ascolto ibride utilizzando microfoni acustici, sensori subacquei (idrofoni) e sensori di monitoraggio delle strutture e dei materiali (accelerometri). I suoi lavori più recenti sono dedicati all’esplorazioni delle relazioni tra immagine e suono, espresse attraverso strumenti combinati di audio e video.

Le opere di Bill Fontana sono state ospitate al Whitney Museum of American Art, al San Francisco Museum of Modern Art, al Museum Ludwig di Colonia, alla Kunsthaus di Graz, al Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid, al MAXXI di Roma,  al Kunsthistorisches Museum di Vienna, presso la Tate Modern e la Tate Britain di Londra, alla 48a Biennale di Venezia, presso la National Gallery of Victoria di Melbourne e l'Art Gallery of NSW di Sydney. Fontana ha realizzato sculture sonore, commissioni di arte pubblica e progetti radiofonici per musei ed enti radiotelevisivi in tutto il mondo.

Nel 2013 Fontana ha ricevuto il Prix Ars Electronica [email protected], un premio che porta la creatività digitale a nuove dimensioni facendo collidere le menti degli scienziati con l'immaginazione degli artisti.
Acoustic Time Travel è stato creato durante la sua residenza al fianco di un cosmologo del CERN e ha trasformato il Large Hadron Collider nel più grande strumento acustico del mondo. 

Spazi di dialogo
Tra architettura e arti
 

Cosa legano oggi le varie forme di espressione artistiche all’architettura contemporanea?
Sappiamo che nel passato più o meno recente il rapporto tra quest’ultima e la musica, la scenografia, pittura e scultura, la danza, il cinema e la fotografia, a seconda del periodo di riferimento e dunque della contestuale situazione sociale, politica e culturale, è stato caratterizzato da differenti gradi di intensità di interazione, interferenza, o “collaborazione”, sia a livello di pratiche, di linguaggi, che di contenuti, non necessariamente finalizzati ad una ricerca formale ma anche e soprattutto per un contributo a livello di pensiero.

Questo ciclo di conferenze pubbliche si propone di incominciare di nuovo ad interrogarsi su come oggi sia le forme di espressione artistica più tradizionali ma anche quelle più attuali – ovvero che la società contemporanea contempla come tali - riescano ancora ad innescare scambi, contaminazioni e un dialogo attivo con lo spazio, che sia scenico, o architettonico e urbano o nel paesaggio, attraverso il pensiero degli autori delle opere e dei processi che le hanno generate.